Il sole. Croce e delizia della tua pelle

Al mare e in montagna, i solari sono i tuoi amici per la pelle.

Si avvicina l’estate e, come ogni anno, iniziamo a scoprirci e a trascorrere le belle giornate all’aria aperta, fino alle tanto agognate vacanze: mare o montagna che sia, tutte cerchiamo di immagazzinare il più possibile i raggi solari che saranno il nostro caricabatteria per tutta la stagione fredda. E sì, perché la stagione estiva è un po’ il momento in cui riusciamo ad accumulare energie, anche attraverso i raggi solari.

Il sole infatti agisce sul nostro umore oltre che stimolare la produzione di vitamina D, che permettendo l’assorbimento del calcio, rinforza il nostro apparato scheletrico. Inoltre l’esposizione ai raggi solari donano al nostro incarnato un aspetto più salubre, cosa che per molti è una vera e propria ossessione estetica.

Ma come ottenere l’abbronzatura ideale? Per prima cosa occorre sapere a che tipo di fototipo appartiene la nostra pelle: ognuno di noi ha una particolare predisposizione alla fotoesposizione, cioè a quanto tempo si può rimanere sotto il sole. Questi fattori sono: il colore degli occhi, l’incarnato della pelle e il colore dei capelli. Per evitare che il sole diventi nemico della nostra pelle, provocando il fotoinvecchiamento cutaneo precoce o anche ustioni solari, bisogna adattare la durata dell’esposizione al sole e il tipo di protezione a queste variabili. I fototipi sono 6:

  • fototipo 1: carnagione chiarissima, lentiggini,  occhi azzurri, capelli rossi
  • fototipo 2: carnagione chiara, occhi verdi o azzurri, capelli biondi
  • fototipo 3: carnagione chiara, capelli e occhi castani
  • fototipo 4: carnagione olivastra, occhi e capelli scuri di tipo mediterraneo
  • fototipo 5: carnagione olivastra, occhi e capelli neri di tipo sudamericano
  • fototipo 6: carnagione scura, occhi e capelli neri di tipo africano

Per i fototipi 1 e 2 la protezione deve essere sempre massima, i fototipi 3 e 4 richiedono una protezione alta che può essere diminuita gradualmente dopo i primi giorni di esposizione. I fototipi 5 e 6 richiedono una protezione bassa.

Una volta individuato il proprio fototipo, quale protezione solare scegliere? La scelta di un solare non è sempre facile: molte sono le tipologie in vendita ma, poche le creme ricche di principi attivi. Sono i principi attivi a permettere alla crema solare di diventare un vero e proprio trattamento di benessere e cura della pelle. Un must have delle creme solari è certamente la Vitamina E: la presenza di questa vitamina permette alla pelle di difendersi nel miglior modo dalle aggressioni del sole e prevenire il fotoinvecchiamento cutaneo, inoltre idrata profondamente e ha proprietà antiinfiammatorie e lenitive.

Il Monoji de Thaiti è un altro alleato della nostra pelle che protegge dalle aggressioni esterne. Utilizzato dalle donne polinesiane da sempre, ha proprietà nutrienti, rigeneranti e rinfrescanti. Questo permette una migliore penetrazione e resistenza delle creme solari: mantenendo la pelle idratata durante l’esposizione al sole, questa è più recettiva e forte.

La ricchezza di complessi vitaminici, micronutrienti e grassi monoinsaturi rende l’olio di Jojoba un olio naturale importantissimo per chi ha pelli molto sensibili, secche o disidratate. La sua particolare consistenza simile al nostro sebo, permette di penetrare in profondità, prevenire le rughe e restituire l’elasticità perduta soprattutto nelle pelli mature.


Come rimediare a una scottatura solare? Come prolungare l’abbronzatura? Come ripristinare l’equilibrio della pelle dopo l’esposizione al sole?

Tre domande che hanno una sola risposta: la crema doposole. Il doposole è un alleato della nostra pelle dopo l’esposizione. La sua utilità è molteplice soprattutto se potenziato da principi attivi di qualità. Per riportare la pelle al naturale equilibrio idrolipidico, avere un effetto rinfrescante, cercare sollievo grazie alle proprietà lenitive la soluzione è l’aloe vera. Se associata poi all’olio di Argan, si ha un effetto anti-age visibile immediatamente.

Qualche consiglio in più per un’abbronzatura perfetta.

Non basta applicare una crema solare: per avere una pelle abbronzata e sana, occorre scegliere una crema ricca di principi attivi e dal fattore di protezione adeguato, bisogna spalmarla su tutto il corpo e in quantità più abbondante sulle zone sensibili, mezz’ora prima dell’esposizione al sole e ripetutamente durante la giornata e subito dopo il bagno. Per chi non ama spalmarsi la crema, esistono emulsioni spray che permettono di spruzzare direttamente sul corpo il solare senza toccare minimamente la crema.

Infine non bisogna dimenticare di applicare la crema doposole per avere sempre una pelle abbronzata e in perfetta forma.

Il Segreto Deeva101

La formula per la bellezza naturale e per il benessere della pelle. Abbiamo unito scienza e natura per creare il meglio dei prodotti di estetica professionale. Così è nata Deeva101: un nuovo modo di vivere il benessere della pelle.